Iniziazione segreta alla felicità

Ciao Lettore,

il libro in evidenza di oggi si intitola Iniziazione Segreta alla Felicità, e insieme a te voglio analizzare il perchè un emozione cosi bella debba essere custodita e tramandata segretamente. Pare che i più noti scrittori di fiabe fossero dei Cabalisti e nell’epoca in cui uscirono le prime fiabe, fu bandito tassativamente lo studio e la pratica esoterica di alcune correnti di pensiero che non erano in linea con i principi della chiesa cattolica dell’epoca. Pena il rogo, vedi Giordano Bruno.

Si ipotizzza che gli studiosi cabalisti dell’epoca escogitarono un piano, quello di creare racconti per bambini, nei quali nascosero all’interno un concetto di evoluzione spirituale tratto dai loro studi su il significato dell’esistenza umana.

Le Fiabe quindi, anche se non tutte, non sono destinate solo alla nostra infanzia, se teniamo conto della mia premessa e quello che scoprirai se avrai l’occasione di leggere il libro.

Il libro che oggi voglio consigliarti, Iniziazione Segreta alla Felicità, è una guida al risveglio, come avvenne nella Bella Addormentata.

Lottate per la felicita

Del Faraone Amenenhet I (MCMXCVI a.C.)

Lottate per la felicità,

come lottano gli uomini per il grano.

Ricordate che l’amore

è il seme e il frutto della gioia.

Amate gli altri perché gli altri possano amarvi,

amate voi stessi per poter amare gli altri.

Non  avrete paura per la fame

perché troverete nei granai

il grano per gli anni magri.

Non avrete paura del lavoro

perché vi sarà congeniale.

Non avrete paura della Vita

perché vi darà la Vita

e vi farà gioire con la sua fertilità.

Non avrete paura della morte

perché in ogni orizzonte troverete una nuova saggezza.

Ricordate l’altra sponda del fiume,

dove un giorno sarete misurati secondo il peso del vostro Cuore.

 

Secondo l’autrice del libro, ci sono dei Codici da comprendere e con cui bisogna distinguere le Fiabe Archetipiche, e sono principalmente tre;

  1. La loro origine si perde nella notte dei tempi. I racconti devono essere stati distillati da moltissime generazioni, e non contenere un autore preciso. Come il caso dei fratelli Grimm che crearono una raccolta di racconti popolari risalenti alla metà dell’Ottocento.
  2. Devono iniziare con << C’era una volta, tanto tempo fa….>>
  3. Devono finire con le parole << e vissero felici e contenti.>>

Ciò che appare evidente nelle Fiabe analizzate da Mirella Santamato è che il Male produce altro Male, mentre occorrerebbe avere il Coraggio di coltivare giorno dopo giorno, il Bene. Ma prima ancora, bisogna saper distinguere ciò che è davvero Bene da ciò che è Male.

Le iniziazioni avvengono quotidianamente nella nostra esistenza, solo che non sempre ci accorgiamo che avvengano.

Ma a cosa servono? Servono a crescere e ad avere un cambio di prospettiva e un ampliamento di visione della vita.

Le fiabe contengono, oggi come in passato, dei messaggi. Ci parlano dell’eterna lotta dell’essere umano, alla ricerca dell’amore  vero e della felicità duratura.

Se ti ha incuriosito questo libro, ti consiglio vivamente di acquistarlo.

Buon cammino iniziatico Lettore, e ricorda di lottare per la tua felicità.

Se desideri acquistare il libro clicca qui Acquista ora 

A presto lettore

Hellolettore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *